CONFETTURA DI CIPOLLE ROSSE DI TROPEA

Confettura di cipolle rosse di Tropea

Ideale per accompagnare carni arrostite e formaggi, la confettura di cipolle rosse di Tropea è giustamente famosa per il suo gusto agrodolce pieno e delicato,. Come accennato accompagna magnificamente formaggi stagionati o particolarmente saporiti come il parmigiano, i pecorini, i provoloni e quelli affumicati in genere. È però ottima anche con i caprini e con il gorgonzola, con i salumi stagionati e soprattutto con le carni rosse arrostite. In quest’ultimo caso è un perfetto sostituto della salsa barbecue che va tanto di moda nei fast-food.

Questa confettura di cipolle non è di per sé dietetica, ma può essere consumata senza eccessivi patemi per la linea, se non se ne abusa: ha infatti un contenuto energetico di circa 220 kcal per 100 g. Considerato che la dose giusta per accompagnare 2 hamburger è di circa 25 g stiamo intorno alle  60 kcal/ porzione. Ci si può stare, no?

Si può preparare con ogni tipo di cipolla, benché quelle rosse di Tropea, dal gusto più dolce e caratteristico, siano sicuramente superiori.

La confettura di cipolle può essere consumata da subito, appena fatta e raffreddata, ma un mese di riposo al buio e lontano da fonti di calore ne fa senz’altro maturare il sapore.
Si conserva fino a 12 mesi se la sterilizzazione è fatta a regola d’arte. Una volta aperta va conservata in frigo e consumata entro 5-6 giorni.

DOSI per circa 1 kg di confettura.


INGREDIENTI

  • 1,2 kg di cipolle rosse pulite
  • 250 g di zucchero semolato o, meglio, di canna
  • 2 bicchieri di vino
  • 3 cucchiai di aceto
  • 2 foglie di alloro
  • 2 cucchiaini rasi di sale

ESECUZIONE

  1. Pulite, sbucciate e tritate le cipolle
  2. Versatele in una casseruola ampia e aggiungete tutti gli altri ingredienti. Il vino (circa 250 ml) va bene sia bianco sia rosso, secondo gusti, ma deve essere secco e non leggero (12,5 gradi o più)
  3. Cuocete a fuoco basso mescolando continuamente finché tutto lo zucchero si è sciolto
  4. Portate a bollore e lasciate sobbollire a pentola coperta e a fuoco dolce per circa 40 minuti, girando spesso per non far attaccare il composto al fondo
  5. Eliminate le foglie di alloro e schiacciate i pezzi più grossi di cipolla con una forchetta, oppure – se preferite una composta più fluida – usate un passaverdure a fori larghi, ma non usate il frullatore che la renderebbe liquida
  6. Se ritenete di doverla fare restringere maggiormente, fate cuocere ancora 5 minuti scoperto e a fuoco più vivace, girando continuamente
  7. Spegnete il fuoco e invasate immediatamente in barattolini ben sterilizzati

.

.

.

.

Vedi anche

●●● Pesto genovese
●●● Confettura di fichi al profumo di cannella


Ricette Correlate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.