CROCCHETTE DI POLLO E RICOTTA FRITTE DORATE

crocchette di pollo fritte dorate alla piemontese

Polpette e crocchette di pollo sono ben note e cucinate in Italia senza che – una volta tanto – nessuno le reclami come proprio piatto tipico.
In effetti nei ricettari tradizionali italiani le polpette o crocchette di pollo (che sono la stessa cosa, a parte il metodo di cottura: le crocchette sono sempre fritte e rese dorate e croccanti dal rivestimento di pangrattato) non compaiono proprio. La cosa non è strana, perché entrambe sono nate come piatto di recupero degli avanzi dei giorni precedenti, dove il pollo è sempre mischiato ad altre carni.

L’unica eccezione è proprio questa ricetta di crocchette di pollo e ricotta, che è tipica del Piemonte, probabilmente come rivisitazione italiana di piatti francesi.

Che poi di ricette di crocchette di pollo siano pieni i siti Internet è altra cosa, che riguarda per niente la cucina tradizionale italiana e molto la globalizzazione. Ovvero la necessità e l’opportunità di innovare prendendo spunto da piatti di altri Paesi, come i nuggets americani e varie specie di polpette orientali e in particolare cinesi e indonesiane.

Anche per queste crocchette di pollo piemontesi la carne dovrebbe essere come da tradizione, cioè avanzata, ovvero già cotta. Se ne avete va bene tanto bollita quanto arrostita.
Tuttavia su questo punto (e solo su questo) ci siamo permessi di innovare la ricetta tradizionale. Innanzi tutto perché ci sembra improbabile che qualcuno si ritrovi in casa quasi mezzo chilo di carne di pollo avanzata. Ma soprattutto perché la carne di pollo già cotta, a farla ricuocere, diventa decisamente stoppacciosa. Quindi abbiamo optato per una veloce precottura della carne: una soluzione già sperimentata da cuochi celebri per realizzare piatti simili a questo. Il risultato finale a noi è sembrato eccellente.

La ricotta da usare dovrebbe essere la seirass, tipica piemontese, dal sapore burroso e più complesso delle normali ricotte. Ovviamente preferitela…. se vi trovate in Piemonte e avete la possibilità di acquistarla sotto casa. 😆  Ma, siccome è molto improbabile che la troviate fuori dal Piemonte, vanno benissimo tutte le le normali ricotte, preferibilmente ovine o miste.

DOSI per 4 persone


INGREDIENTI

  • 400 g di carne di pollo macinata
  • 200 g di ricotta
  • 2 uova
  • 50 g di burro
  • 2 teste di cipollotti (o uno scalogno)
  • 1 spicchio di aglio
  • Scorza grattugiata di un limone
  • Salvia
  • Prezzemolo tritato
  • Pepe
  • Olio extravergine di oliva

ESECUZIONE

  1. Versate in una padella 3 cucchiai di olio e fateci soffriggere dolcemente lo spicchio di aglio tagliato a metà e 2 foglie di salvia tritate fini. Aggiungete la carne macinata, alzate un poco il fuoco e fate cuocere, mescolando, per circa 5 minuti
  2. Eliminate l’aglio, trasferite la carne in una ciotola e sgranatela bene mischiandola con le due uova sbattute
  3. Aggiungete la ricotta, la scorza grattugiata di limone (solo la parte gialla), i cipollotti tritati fini, un cucchiaio di prezzemolo tritato, due prese di sale e una generosa passata di pepe appena macinato. Quindi impastate con cura fino ad ottenere un composto morbido e omogeneo. Se necessario aggiungete un cucchiaio di pane grattugiato per addensare, oppure un po’ di ricotta (o di latte) per ammorbidire
  4. Confezionate le crocchette di pollo e ricotta, grandi ciascuna poco più di una grossa noce, passatele nel pangrattato e fatele dorare uniformemente nel burro con l’aggiunta di 3-4 cucchiai di olio
  5. Sgocciolate le crocchette di pollo, asciugatele su un foglio di carta da cucina, salatele ancora un poco e servitele calde

.

.

.

.

.

Vedi anche

●●●   Il profumo delle polpette in bianco cotte nel vino   
●●●   Polpette della nonna

♥♥♥   Segui il nostro blog sulla pagina Facebook profumodibasilico