INSALATA DI TONNO E PATATE ALLO ZAFFERANO

Insalata di tonno e patate con zafferano

La insalata di tonno sott’olio è un classico della cucina estiva italiana. Peraltro realizzata in decine di modi diversi: insalata di tonno e patate, e uova, fagioli, cipolle, pomodori, mozzarella e con questo e con quello. Praticamente con tutto.

Perché sia così diffusa è ovvio: perché è buona. E poi anche perché è facile e veloce da preparare. Ha solo un problema: che in genere la facciamo più o meno come l’abbiamo sempre fatta, magari con un ingrediente in più o in meno a seconda che nel frigo quell’ingrediente ci sia o ce ne sia un altro.

Invece anche le cose più scontate possono essere cambiate in modo radicale cambiando un niente. È questo il caso della insalata di tonno e patate che proponiamo, dove l’aggiunta di un ingrediente apparentemente minimo (lo zafferano) cambia ed esalta il sapore di tutto.

Le insalate sono il regno della fantasia. Nel nostro caso gli ingredienti sono numerosi, ma nulla vieta di toglierne alcuni o di aggiungerne altri, sulla base dei propri gusti e del proprio estro, appunto.
Tenete presente che, come regola generale, per le insalate le migliori varietà di patate sono quelle a pasta gialla e compatta. Se possibile evitate quelle bianche, che si sfarinano nel piatto (e che per questo motivo sono le migliori con il pesce lesso). Circa la cottura, le patate si preferisce lessarle con la buccia, partendo da acqua fredda e salata.

Per quanto riguarda le uova, il rischio maggiore è di farle lessare troppo, rendendo il tuorlo secco e gommoso, o addirittura con sfumature verdastre e sentori di zolfo. Per fare un’ottimo uovo sodo ci sono due modi. Quello “classico” prevede di metterlo in un pentolino coperto da due dita di acqua fredda che si porta a bollore con fuoco medio. Appena si raggiunge il bollore si abbassa il fuoco al minimo e si lascia l’uovo sobbollire per 8 minuti (9 se è molto grande). Quindi lo si mette subito in acqua fredda corrente lasciandolo pochi secondi se va subito sgusciato e mangiato caldo, una decina di minuti se va usato freddo.
Il secondo modo di fare un uovo sodo è riservato ai “raffinati”, per un risultato che però è migliore. Si mette l’uovo in acqua fredda, che viene portata a bollore con fiamma bassa. Si fa bollire un minuto scarso, poi si spegne, si copre il pentolino e si lascia l’uovo nell’acqua per circa 30 minuti prima di toglierlo e passarlo nell’acqua fredda.

DOSI per 4 persone.


INGREDIENTI

  • 250 g di tonno sott’olio sgocciolato
  • 4 patate medie
  • 4 uova sode
  • Un cespo di lattuga lavata e tagliata
  • 2 bustine di zafferano
  • 50 g di olive nere snocciolate
  • 12 pomodorini
  • Un peperone rosso o giallo, sicuramente dolce
  • Una cipolla rossa
  • Un limone
  • Pepe
  • Olio extravergine di oliva

ESECUZIONE

  1. Per prepararvi tagliate a fettine la cipolla e il peperone e lasciateli a mollo in acqua fredda per una decina di minuti o poco più. Lavate con cura il cespo di lattuga, staccate le foglie e tagliatele a pezzetti eliminando il torso centrale. Tagliate a metà i pomodorini e e tagliate a spicchi sottili le uova sode
  2. Lessate le patate, scolatele ancora sode al dente, fatele raffreddare e tagliatele a fette secondo il vostro gusto
  3. In una padella riscaldate 1 cucchiaio di olio, versateci le patate ancora tiepide e irroratele con lo zafferano che avrete fatto sciogliere in 4 cucchiai di acqua tiepida. Fate andare a fuoco dolce 4-5 minuti, girando delicatamente più volte. Spegnete il fuoco, togliete le patate dalla padella e lasciatele raffreddare
  4. Allungate il rimasuglio tiepido di zafferano rimasto nella padella con il succo del limone, aggiungete 3 cucchiai di olio crudo e completate con una generosa macinata di pepe
  5. Scolate bene la cipolla e il peperone e mischiate tutti gli ingredienti (tranne le uova) in una ciotola, regolate di sale, condite con il sughetto di olio e limone allo zafferano e mischiate delicatamente
  6. Distribuite la vostra insalata di tonno e patate nei piatti e utilizzate gli spicchi di uova sode per decorarli. In questo modo i commensali potranno decidere se mangiare le uova separate, oppure accompagnate con uno o più ingredienti, oppure mescolarne il tuorlo con il tutto

.

.

.

.

Vedi anche

●●●   Insalata di polpo e patate
●●●   Insalata di fagioli freschi   


Ricette Correlate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.