FUSILLI CON SUGO DI PEPERONI, VERSIONE TIPICA PUGLIESE

Fusilli con sugo di peperoni

La pasta con sugo di peperoni è una di quelle considerate “dal gusto forte”, ed è vero ma solo se con  “forte” si intende un sapore deciso, caratteristico.

Ricette di paste condite con sugo di peperoni si ritrovano in numerose regioni, ma sono particolarmente tipiche in Calabria, Puglia, Umbria ed Emilia Romagna. Si tratta di ricette diverse tra di loro per i differenti ingredienti, ma anche per la lavorazione dei peperoni, che sono spellati sbollentandoli in Emilia, grigliati in Calabria e lasciati al naturale in Umbria e Puglia. Queste tre lavorazioni portano a sapori diversi, tanto più che già i peperoni hanno un sapore di per sé diverso a seconda del colore. I peperoni verdi – tanto per capirci – hanno naturalmente un sapore più forte e asprigno, perché non sono una varietà, ma normali peperoni rossi oppure gialli che sono stati raccolti prima di diventare pienamente maturi.

A parte il sapore, però, l’abitudine di grigliare o lessare i peperoni, prima di utilizzarli per varie ricette, ha spesso lo scopo di spellarli. Questa abitudine non ha ragione di essere dal punto di vista del gusto e – tutto sommato – nemmeno del fastidio al palato. Ha invece una sua (valida) ragione legata alla digeribilità del piatto.
Molti, infatti, trovano i peperoni di difficile digestione. Ebbene questo problema (che è reale, in particolare per chi ha problemi di gastrite) è quasi interamente dovuto alle pellicine. Togliendole il problema scompare. Quasi sempre a!meno! E se non scompare, purtroppo, ai peperoni è forse meglio rinunciare.

La pasta con sugo di peperoni che presentiamo è quella tipica della Puglia, che prevede un cucchiaio scarso di capperi in salamoia. Cioè di capperi che in genere hanno un sapore acidulo. Se non li avete e li sostituite con i capperi sotto sale, dovete prima sciacquarli bene, strizzarli e poi usarli aggiungendo un cucchiaino (ino, non un cucchiaio!) di buon aceto di vino.

DOSI per 4 persone.


INGREDIENTI

  • 360 g di fusilli o altra pasta corta di grano duro
  • 400 g di peperoni dolci rossi o gialli
  • 200 g di pomodorini
  • 1 cipolla
  • Capperi in salamoia
  • Prezzemolo
  • Peperoncino
  • Ricotta salata
  • Olio extravergine di oliva

ESECUZIONE

  1. Lavate e asciugate i peperoni, capateli eliminando piccioli, semi e costole bianche. Quindi tagliateli a listarelle. Non c’è necessità di spellarli
  2. Tritate la cipolla e fatela appassire per 5 minuti a fuoco dolcissimo in un tegame con 4 cucchiai di olio
  3. Calate i peperoni nel tegame, coprite e fate cuocere 12 minuti a fuoco moderato, mescolando un paio di volte
  4. Tagliuzzate i pomodorini e versateli con la loro acqua nel tegame, facendo andare altri 5 minuti con il coperchio. Aggiungete un cucchiaio scarso di capperi in salamoia, un cucchiaio di prezzemolo tritato, un pezzetto di peperoncino e completate la cottura per gli ultimi 5 minuti. Regolate di sale alla fine
  5. Scolate i fusilli al dente e fateli saltare un minuto nel tegame con il sugo di peperoni. Serviteli caldi decorando con qualche fogliolina di prezzemolo e mettendo in tavola la ricotta salata grattugiata per potersene servire liberamente

.

.

.

.

Vedi anche

●●●   Conchiglie con sugo di verdure alla siracusana     
●●●   Uova e peperoni alla veneta

♥♥♥   Segui il nostro blog sulla pagina Facebook profumodibasilico 


Ricette Correlate