PRALINE DI CIOCCOLATO GUARNITE DI AMORE E FANTASIA

Praline di cioccolato

Le praline al cioccolato come le intendiamo oggi, cioè un involucro di cioccolato che ricopre un cuore cremoso e di gusto vario, sono nate a Bruxelles nel 1912. Per mano di esperti pasticcieri, ovviamente. Tuttavia preparare praline di cioccolato in casa è abbastanza facile: occorre solo un minimo di pazienza nel dargli la forma e l’umiltà di voler realizzare qualcosa di buonissimo ma di semplice! Tentare di farle con all’interno una crema fluida è cosa che è meglio lasciar fare ai pasticceri, appunto.

In Italia sono considerate dolcetti tipici del Piemonte e dell’Umbria. Il Piemonte perché già da tempo vi si producevano eccellenti cioccolatini quasi simili, l’Umbria perché è la regione dove la Perugina le ha messe in produzione pochissimi anni dopo “l’invenzione” di Bruxelles.

Le ricette che proponiamo sono due. Nella prima ricetta, quella più tradizionale, la crema di cioccolato va lavorata quando è ancora piuttosto morbida. Per facilitare la cosa, dando un minimo di maggiore consistenza, si aggiungono pochi frollini al cioccolato polverizzati. Che però, se preferite, potete sostituire con farina di mandorle, o di cocco, oppure con frutta secca tritata finissima.

La seconda ricetta segue maggiormente il gusto attuale, ma è più calorica e ha un vago sapore liquoroso che non sempre piace ai bambini. In questa ricetta lo scopo di dare consistenza alla crema, per essere lavorata, lo si raggiunge facendola raffreddare in frigo.

Ricette a parte, va detto che queste preparazioni si prestano a numerose varianti. Per esempio potete utilizzare cioccolato bianco o cioccolato al latte invece del fondente nero. In tal caso è opportuno aumentare la dose dei frollini nella prima ricetta, magari bagnati di caffè amaro, oppure sostituirli con amaretti, perché l’abbinata tra cioccolato bianco (o al latte) e tanto burro rischia di essere troppo dolce, al limite dello stucchevole.
Inoltre in entrambe le ricette è senz’altro possibile aggiungere poco liquore aromatico, caffè, graniglia di noci, mandorle o nocciole, pezzettini di frutta candida o addirittura un pizzico di peperoncino se in famiglia ci sono amanti del genere.

Le praline di cioccolato dovrebbero avere la forma di sfera irregolare tipica dei tartufi. Niente però vieta di dargli la forma che più ci piace. Anche molto facilmente se disponiamo di stampini o formine in cui calare l’impasto. Ma in ogni caso senza troppe difficoltà anche a mano, per lo meno per le forme più semplici come, per esempio, un cuore.

DOSI per 6 persone (circa 24 praline)


Praline di cioccolato, ricetta tradizionale

INGREDIENTI

  • 250 g di cioccolato fondente
  • 100 g di burro
  • 50 g di biscotti frollini al cioccolato
  • 3 tuorli
  • Granella di cioccolato fondente, farina di cocco, cacao al latte, confettini colorati, frutta secca sbriciolata fine o altro per decorare

ESECUZIONE

  1. Sminuzzate e schiacciate i frollini fino a polverizzarli. Noi li mettiamo in una busta di plastica e poi li “passiamo” con il mattarello o il batticarne fino a renderli della consistenza del pangrattato
  2. Sminuzzate il cioccolato fondente, mettetelo in un pentolino e fatelo fondere a fuoco lentissimo con l’aggiunta di una tazzina di acqua (circa 50 ml)
  3. Quando il cioccolato inizia a sobbollire toglietelo dal fuoco e aggiungete i tuorli mescolando velocemente. Quindi incorporate il burro e i frollini sminuzzati, rimettete sul fuoco e continuate a mescolare senza interruzione per un paio di minuti. Togliete definitivamente la mousse dal fuoco e fate stiepidire continuando a mescolare
  4. Nel frattempo predisponete in uno o più piatti piani la o le granelle (di cioccolato o di altro) scelte per il decoro. Appena il composto è a temperatura ambiente, ma ancora fluido, armatevi di un cucchiaio e un cucchiaino per formare le praline. Di volta in volta prelevate un cucchiaino pieno di mousse e fatela scivolare nel cucchiaio, dandogli poi una forma tondeggiante aiutandovi con il cucchiaino. Fate cadere la pallina nel piatto con la granella prescelta e rotolatela con le dita per dargli la definitiva forma di tartufo (vedi la foto sopra)
  5. Lasciate consolidare le praline di cioccolato in frigo per almeno 40 minuti o in freezer per 10 minuti. Servitele a temperatura ambiente o, meglio, leggermente rinfrescate (ma non fredde)

Tartufi di cioccolato nero fondente

INGREDIENTI

  • 250 g di cioccolato fondente amaro
  • 150 g di burro
  • 50 g di zucchero semolato
  • 2 tuorli
  • Cacao amaro in polvere
  • Rum o altro liquore aromatico (ottimi, per esempio, quelli all’arancio)

ESECUZIONE

  1. Fate fondere il burro in una ciotola a bagnomaria, incorporateci lo zucchero e sbattetelo con una frusta fino a far diventare il composto spumoso
  2. Fate fondere a bagnomaria anche il cioccolato fondente con l’aggiunta di 4 cucchiai di acqua, unitelo al burro e amalgamate mischiando delicatamente con la frusta
  3. Sbattete i tuorli con un cucchiaio di liquore (non più di un cucchiaio colmo) e uniteli alla crema di burro e cioccolato. Mescolate delicatamente formando una crema omogenea, che lascerete riposare in frigo per circa 30-40 minuti
  4. Quando il composto ha raggiunto la consistenza giusta per essere lavorato, formate i tartufi di cioccolato, grandi quanto piccole noci. Rotolateli nella polvere di cacao e lasciateli riposare almeno un’ora prima di servirli a temperatura ambiente o leggermente rinfrescati

.

.

.

.

Vedi anche

●●●   Salame di cioccolato, nocciole e rum    
●●●   Biscotti noci e cioccolato   

♥♥♥   Seguici e consigliaci sulla pagina Facebook profumodibasilico



Ricette Correlate