RICETTE STORICHE: LA PAPPA AL POMODORO COME SI FACEVA A FIRENZE NEL 1871

copertina ricette storiche 1700x1000

71-zuppa-al-pomidoro-1500x1000Chi si occupa di cucina per passione, prima o poi andrà a cercare le ricette storiche dei nonni e bisnonni. Quelle vere, originali. È inevitabile, perché prima o poi mamma e nonni saranno un ricordo, e crescerà la voglia di sapere come avevano vissuto da giovani, cosa e come mangiavano, che sapori apprezzavano.

Per noi, che non facciamo eccezione, la ricerca dei sapori antichi sta diventando una mania, una cosa che troviamo di interesse estremo, anche perché le ricette storiche e i vecchi ricettari lasciano trasparire una miriade di informazioni più generali sulla vita sociale e familiare del tempo che fu. Che peraltro tanto più si conosce, tanto meno si rimpiange!

Sperando quindi di venire incontro anche al vostro interesse, iniziamo a pubblicare (di tanto in tanto) alcune ricette storiche originali.

Iniziamo con la ricetta della Pappa al pomodoro pubblicata a Firenze un secolo e mezzo fa. Una ricetta che era piuttosto diversa da quella odierna, non tanto per gli ingredienti, ma certamente per le modalità di cucinarli. Senza contare che a quei tempi l’attività fisica era un po’ diversa da quella odierna, soprattutto se si viveva in campagna, sicché sembrava ragionevole mettere 2 etti di burro in una zuppa per 6 persone.

Per chi volesse fare confronti tra la ricetta del 1871 con quella dei nostri giorni, potete leggere qui la versione oggi considerata tipica.
Nel valutare le differenze tenete sempre presente che allora si cucinava con il fuoco vivo di legna: solo le famiglie più abbienti disponevano di apposite stufe con fornelli alimentati a carbonella.

La ricetta della foto è tratta da Il cuoco sapiente, ossia l’arte di piacere ai gusti degli Italiani, con cibi nostrali e stranieri, di autore anonimo, Enrico Moro editore, Firenze 1871.
La foto è stata presa dal libro originale, pubblicato in versione digitale nella Biblioteca gastronomica di Academia Barilla.
.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.