RISOTTO AL GORGONZOLA, LA RICETTA DELLA TRADIZIONE

Risotto al gorgonzola

Un classico della cucina lombarda: cremoso e ricco di sapore, il risotto al gorgonzola ha conosciuto secoli di successo. Ancora oggi è un piatto tra i più presenti nei menù dei ristoranti lombardi, piemontesi ed emiliani.

Tutti i grandi chef, infatti, prima o poi si confrontano con questo piatto tentando di innovarne sapori e tradizioni. Molto spesso con tentativi velocemente finiti nel dimenticatoio, ma a volte con risultati eccellenti. Vedi il nostro risotto al gorgonzola con le pere (qui la ricetta), che però è davvero solo un esempio. Sulla base delicatamente piccante del tradizionale risotto al gorgonzola, infatti, sono stati via via aggiunti gli ingredienti più vari: mele, noci, funghi, barbabietole, zucche, cacao e altro ancora.

Quella che vi proponiamo è la versione più semplice e tradizionale della ricetta, nata probabilmente a cavallo tra il ‘500 e il ‘600. Cioè poco dopo che nella cittadina di Gorgonzola venisse inventato l’omonimo formaggio. Perché se uno si trova sulla stessa tavola del riso lesso e del gorgonzola… voi capite che non bisogna essere Leonardo da Vinci per inventare il risotto al gorgonzola.

Del resto il sapore deliziosamente intricante e piccantino è più che sufficiente ad aromatizzare al meglio il  piatto. Che in origine era sicuramente composto da solo riso e gorgonzola. Il parmigiano (o grana), il prezzemolo, il pepe e anche il brodo sono aggiunte successive, per quanto ormai tradizionali da secoli.

Nulla da dire sulla ricetta, che è semplicissima. Solo un accenno sul brodo, che dovrebbe essere di carne. In mancanza di vero brodo ripiegate sul dado, facendo poi attenzione a non aggiungere altro sale, perché anche il gorgonzola è adeguatamente sapido. A nostro parere, però, meglio del dado sono i brodi pronti che ormai si trovano in vendita ovunque.

Infine il vino, che nelle ricette tradizionali non compare e che quindi anche non abbiamo previsto. È invece usato anche da cuochi rinomati ed è citato forse dalla maggioranza delle ricette su internet. Se pensate che sia di vostro gusto, usatene mezzo bicchiere per irrorare il riso che ha finito di asciugarsi nel tegame e lasciatelo sfumare prima di aggiungere il brodo.

DOSI per 4 persone


INGREDIENTI

  • 320 g di riso per risotti
  • 200 g di gorgonzola piccante
  • 1 cipolla
  • 20 g di burro
  • 60 g di parmigiano grattugiato
  • 1,5 litri di brodo di carne
  • Prezzemolo
  • Pepe

ESECUZIONE

  1. Tagliuzzate il gorgonzola a dadini minuti e tenetelo da parte a temperatura ambiente // Riscaldate il brodo portandolo alla temperatura giusta per sobbollire appena, senza bollire tumultuosamente
  2. Tritate finemente la cipolla e fatela appassire con il burro per 5 minuti nel tegame del risotto. Tenete il fuoco lentissimo e coperto, mescolando un paio di volte
  3. Aggiungete il riso nel tegame e fatelo tostare leggermente a fuoco moderato, mescolando a lungo e con il cucchiaio di legno
  4. Quando il riso appare asciutto e lucido bagnate con 3 mestoli di brodo bollente, mescolate e lasciate che il riso cuocia assorbendo tutto il brodo. Proseguite così la cottura, aggiungendo uno o due mestoli di brodo man mano che il riso si asciuga e mescolando di tanto in tanto
  5. Un minuto prima di spegnere, quando il riso vi sembra già cotto al dente e quasi pronto per essere servito,  aggiungete il gorgonzola. Mescolate per amalgamarlo uniformemente, quindi incorporate anche il prezzemolo, profumate con una veloce macinata di pepe, mescolate ancora e spegnete il fuoco
  6. Ora mantecate con il parmigiano. Infine mettete il coperchio e lasciate riposare 3 minuti il vostro risotto al gorgonzola prima di servilo ancora caldissimo

Vedi anche

●●●   Risotto con funghi menta e fontina      
●●●   Zucca e taleggio binomio perfetto, anche nel risotto      

♥♥♥   Seguici e consigliaci sulle nostre pagine Facebook (profumodibasilico) e Instagram (@profumodibasilico.it)