SPAGHETTI CON IL PESCE SPADA, LA RICETTA PIÙ GENUINA

Spaghetti con il pesce spada

Il pesce spada è tradizionalmente pescato in Sicilia e Calabria, le due regioni da cui pertanto provengono quasi tutte le ricette basate su di esso. Quindi non pasta, ma proprio spaghetti con il pesce spada (o vermicelli o linguine) che è il taglio di pasta tradizionale con lo spada nel nostro sud, e in Sicilia in modo particolare.

La ricetta che vi proponiamo è la più semplice e genuina. Quella che cucinavano i pescatori la sera con pochissimi ingredienti: solo aglio, pesce, salsa di pomodoro e fame. Gli aromi erano limitati all’immancabile piccante e a qualche cucchiaio di acqua di mare.

Il piccante era dato nell’unico modo allora disponibile per le famiglie semplici, cioè con il peperoncino. Una spezia che poi – man mano che si è smesso di mangiare soprattutto per soddisfare la fame – nei piatti di pesce è stata soppiantata dall’aroma più armonico e complesso del pepe. E proprio quest’ultimo è l’ingrediente piccante oggi preferito da tutti gli chef, per quanto i patiti del peperoncino si ribellino all’idea. In ogni caso, se anche voi preferite gli spaghetti con il pesce spada e il peperoncino… mettetene pochissimo, in modo da dare vivacità al piatto, senza renderlo davvero piccante.

A questa semplicissima ricetta si sono poi aggiunti qui e là altri ingredienti, per cui troverete ricette tipiche di spaghetti con il pesce spada che prevedono cipolla al posto dell’aglio, olive e capperi nel sugo, basilico e altro negli aromi. Quella che vi proponiamo è però una ricetta ottima, la migliore per apprezzare l’ingrediente protagonista, ovvero il pesce spada. E infatti è quella più cucinata in tutta la costa meridionale della Sicilia, mentre in Calabria (dove maggiormente si apprezzano sapori più forti) gli “ spaghetti con il pesce spada alla bagnarota ” sono considerati una ricetta tipica calabrese e basta (“alla bagnarota”, cioè di Bagnara Calabra, vicino Reggio: la ricetta è identica alla nostra).

Giustamente lo spada è un pesce tra i più apprezzati. È però anche tra quelli che andrebbero maggiormente tutelati, per lo meno nel Mediterraneo. Il suo consumo va quindi ridotto al massimo. Diciamo: da consumare non più di 6-7 volte l’anno. Oppure accertatevi che quello in vendita sia stato pescato nell’Atlantico, dove opportune politiche di tutela nell’ultimo decennio hanno consentito una ripresa della specie.

Domanda: é possibile cucinare gli spaghetti con il pesce spada… con altri pesci? Si! La semplicità della ricetta è tale che si presta per ogni tipo di pesce. Dopodiché avrete fatto un ottimo piatto di pasta, ma ovviamente diverso. Lo spada è inimitabile. Tuttavia… il pesce che maggiormente gli si avvicina per sapore e resa al palato è la lampuga (e per altri versi, ma di meno, anche la cernia). Ma questa è una nostra personalissima opinione: fate finta che non l’abbiamo detto 😁

DOSI per 4 persone


INGREDIENTI

  • 360 g di spaghetti
  • 250 g di polpa di pesce spada
  • 250 g di pomodori maturi da sugo
  • 1-2 spicchi di aglio
  • Prezzemolo
  • Pepe (oppure pochissimo peperoncino)
  • Olio extravergine di oliva

ESECUZIONE

  1. Tritate fino l’aglio e fatelo rosolare a fuoco dolcissimo in una padella con 3 cucchiai di olio
  2. Sminuzzate la polpa del pesce spada e unitela al soffritto: fategli prendere colore mescolandola per un paio di minuti su fuoco moderatamente vivo. Quindi abbassate il fuoco, aggiungete i pomodori tagliati a dadini e lasciate cuocere dolcemente con il coperchio per 10 minuti
  3. Regolate la salsa di sale, profumatela con una generosa macinata di pepe e completate la cottura per altri 3-4 minuti senza coperchio. Al termine aggiungete anche un cucchiaio di prezzemolo tritato
  4. Scolate la pasta al dente e fatela saltare mezzo minuto nel condimento. Gli spaghetti al pesce spada vanno serviti caldi, aggiungendo eventualmente un filo di olio a crudo

.

.

.

.

Vedi anche

●●●   Spiedini di pesce spada marinati e grigliati al forno
●●●   Orata al cartoccio, la ricetta tradizionale dell’Emilia-Romagna    

♥♥♥   Segui il nostro blog sulla pagina Facebook profumodibasilico


Ricette Correlate