TORTA DELLA NONNA CON PASTA SFOGLIA E PROFUMI DI BERGAMOTTO

Torta della nonna con pasta sfoglia e bergamotto

La torta della nonna è un dolce tipicamente italiano, nato probabilmente in Toscana, ma talmente semplice (e buono) che è logico immaginare sia da sempre nel ricettario di nonne e bisnonne. Ovviamente con un profumo di limone o di arancia, al posto del nostro bergamotto, che una volta era quasi impossibile da trovare fuori dalla Calabria.
Già Pellegrino Artusi nel suo “La scienza in cucina” (del 1891) fa riferimento a tre dolci molto simili,  e in particolare a una Torta coi pinoli  che praticamente è una torta della nonna del tempo, solo che i pinoli venivano tritati e inglobati nella crema, invece di essere disposti interi e sopra.

La torta della nonna ha una ricetta codificata e condivisa da tutti: dolce di pasta frolla ripieno di crema pasticcera leggermente aromatizzata (limone, vaniglia o cannella) e ricoperto di pinoli tostati e zucchero a velo.

La ricetta che proponiamo noi è indubbiamente una torta della nonna, ma fatta in modo leggermente diverso dalla versione canonica.
L’abbiamo assaggiata in una baita di montagna (Baita Ristoro Civetta “al Casot”, in Val di Zoldo, nelle Dolomiti bellunesi) preparata “in casa” dai gestori, e l’abbiamo trovata semplicemente ottima. Quindi la riproponiamo esattamente come l’abbiamo mangiata (è quella della foto), cioè con la pasta sfoglia invece della frolla e con la crema aromatizzata al bergamotto.

Un’idea eccellente, questa del bergamotto. Agrume che ovviamente si trova solo da novembre a marzo e non facilmente, perché la produzione italiana è quasi tutta destinata alla trasformazione in essenza. Tuttavia si sta diffondendo anche il consumo alimentare e, seppure per brevi periodi, capita di vederlo nei supermercati.
Se possibile vale la pena di provarlo, perché ha un aroma e un sapore particolare, soprattutto la buccia (non esagerate con il succo, che tende all’amaro!). Ma se non lo avete sostituitelo con limone o anche arancio, mandarino o cedro.

La pasta sfoglia è ovviamente quella industriale acquistata al supermercato. Come abbiamo più volte avuto modo di dire (Pasta sfoglia fatta in casa? Siamo onesti: meglio comperarla già fatta) non è il caso di provare a farla senza le apposite macchine sfogliatrici dei pasticceri. Diverso è il caso della pasta frolla, che è semplice da fare e di cui avete qui la ricetta nel caso vi venisse voglia di provare la torta della nonna nella versione classica.
Dopo averla acquistata ricordatevi di tenere la pasta sfoglia in frigo, prima di utilizzarla.

DOSI per 8 persone.


INGREDIENTI

  • 2 confezioni di pasta sfoglia già tirata
  • 800 ml di latte intero
  • 160 g di zucchero
  • 7 rossi d’uovo
  • 60 g di amido di mais (maizena)
  • 1 bergamotto
  • 100 g di pinoli
  • zucchero a velo

ESECUZIONE

  1. Lavorate i rossi d’uovo con lo zucchero, mischiando bene ma delicatamente, senza arrivare a fare spuma
  2. Tagliate fina la buccia del bergamotto (solo la parte esterna gialla), mettetela in un pentolino insieme al latte e riscaldate finché diventa ben caldo. Al primo accenno di bollore spegnete il fuoco, aggiungete un cucchiaio di succo di bergamotto e lasciate stiepidire fin quasi a temperatura ambiente (per velocizzare mettetelo a bagnomaria in acqua fredda)
  3. Amalgamate benissimo l’amido di mais con il composto di uova e zucchero, quindi incorporate gradatamente anche il latte tiepido, continuando a mescolare finché siete certi che non ci siano grumi. Trasferite la crema in pentola e fatela addensare a fuoco moderato mescolando dolcemente e continuamente
  4. Togliete la pentola dal fuoco quando la crema è addensata e comunque ai primi accenni di bollore. Fatela raffreddare velocemente mettendola a bagnomaria in acqua fredda e cambiando l’acqua un paio di volte (più velocemente raffredda, meglio è).
  5. Prelevate la pasta sfoglia dal frigo e rivestite una teglia di 22-24 cm di diametro, versateci la crema pasticcera ormai fredda, livellate e chiudete sopra con la rimanente pasta sfoglia. Sigillatene bene i bordi e con una forchetta bucherellate la superficie
  6. Preriscaldate il forno a 180°, quindi infornate e lasciate cuocere per circa 35-40 minuti (dipende dal forno)
  7. Intanto, in un padellino tostate i pinoli a fuoco dolcissimo, fermandovi appena prendono un po’ di colore. Estraete la torta, cospargetela velocemente con i pinoli e rimettetela nel forno per altri 4-5 minuti. Sfornate definitivamente, lasciate raffreddare e poi cospargete con abbondante zucchero a velo.

.

.

.

.

.

Vedi anche

●●●   Torta caprese, ovvero mandorle e cioccolato alla napoletana
●●●   Tiramisù, la ricetta semplice e buona della nonna