NIDI DI AGRETTI CON UOVA AL FORNO, BURRO E PARMIGIANO

Nidi di agretti con uova al forno

Gli agretti con uova al forno o al tegame o altro, sono una tipica ricetta italiana, cucinata con gli stessi ingredienti ma in modo vario in tutto il Paese. Non solo italiana, in verità, perché madre natura ha partorito gli agretti proprio sulle sponde del Mediterraneo. E siccome sulle stesse sponde da sempre (casualmente 😜) trovano pure le uova… è più che sicuro che questo è un piatto cucinato fin dai tempi degli antichi fenici ed egizi.

Quella degli agretti è una storia affascinante. Si tratta infatti di una pianta da sempre raccolta per fame e per speranza (da 6000 anni viene anche usata per presunte proprietà medicamentose), considerata né bella né nobile (per il suo aspetto scheletrico e spinoso) e che però ha avuto una storia importante anche dal punto di vista economico-industriale. Questo perché la Salsola Soda (è questo il vero nome degli agretti) è ricchissima di sodio: in pratica dalle sue ceneri si produce un carbonato di sodio (la soda, appunto) di elevata purezza. Sostanza che per quattro secoli (dal ‘500 a fine ‘800) è stata molto ricercata per la produzione di vetri e cristalli di massima qualità.

In cucina l’antica tradizione degli agretti ha superato i secoli medioevali soprattutto grazie ai monaci. Che li coltivavano per rifornire di erbe da mangiare le cucine e di erbe aromatiche e medicamentose le farmacie. Non è certo un caso che localmente gli agretti vengano anche chiamati barba di frate, barba del cappuccino e senape dei monaci. Per quanto abbiano anche molti altri nomi locali: lischi, riscoli, rospici, roscani, basicci e altri ancora. Da notare che nel mondo anglosassone sono noti con la parola italiana “agretti”.

L’abbinamento “agretti con uova” è uno dei più diffusi. Per il non banale motivo che il gusto dolce e burroso delle uova si sposa magnificamente con quello acidulo e amarognolo degli agretti.
Le modalità di cottura sono però ovviamente diverse. Oltre alla ricetta che vi presentiamo, sono molto frequenti anche gli agretti con uova strapazzate e, soprattutto, le frittate di agretti. Né mancano soufflè, sformati e torte salate, con i ripieni costituiti da agretti con uova condite da abbondante formaggio (ottimi il gorgonzola e la robiola) aromi e frutta secca (pinoli, mandorle).

Gli agretti sono una tipica verdura stagionale: teoricamente dovrebbero essere in commercio più o meno i tre mesi primaverili. Con gli attuali sistemi di produzione e conservazione si trovano però sui banchi dei mercati circa 6 mesi l’anno, da febbraio ai primi di agosto.

Circa la ricetta solo una raccomandazione: attenzione alla cottura nel forno. Gli agretti devono restare asciutti fuori, ma croccanti e succosi dentro, e le uova non devono assolutamente rinsecchirsi. Il tempo necessario per rovinare il piatto è inferiore a 5 minuti. Certo, dipende dal forno e dalla freschezza degli agretti, ma 5 minuti di troppo e rischiate di rovinare tutto.

DOSI per 4 persone


INGREDIENTI

  • 600 g di agretti nettati delle parti legnose, puliti e lavati accuratamente
  • 4 uova
  • 40 g di burro
  • 2 spicchi di aglio con la loro camicia
  • 40 g di parmigiano grattugiato

ESECUZIONE

  1. Portate a bollore 2 litri di acqua salata, gettateci gli agretti e lasciateli bollire per 3 minuti (tre) da quando riprende il bollore. Scolateli e lasciateli sgocciolare bene in uno scolapasta, rigirandoli più volte
  2. Schiacciate gli spicchi di aglio con la loro camicia e fateli rosolare dolcemente in una padella con 30 g di burro a fuoco lentissimo. Unite gli agretti, alzate leggermente il fuoco (moderato) e fateli insaporire per 7-8 minuti, mescolando più volte. Spolverizzateli di parmigiano, spegnete il fuoco e mescolate con cura, dopodiché fateli stiepidire
  3. Sciogliete il rimanente burro in una pirofila da forno e distribuiteci gli agretti suddivisi in quattro parti. Eliminate l’aglio, quindi praticate in ciascuna parte un avvallamento centrale, come fossero dei “nidi” di passero
  4. Sgusciate un uovo in ciascun nido e disponete subito la teglia nel forno preriscaldato a 180°. Lasciate cuocere fino a cottura desiderata, ma dovrebbero bastare 5 minuti, il tempo di far rassodare gli albumi lasciando i tuorli ancora un po’ fluidi. Servite ancora caldi i vostri nidi di agretti con uova, distribuendo poco sale solo sulle uova

.

.

.

.

Vedi anche

●●●    Spinaci con uova strapazzate al burro e parmigiano
●●●    Spaghetti con agretti e mollica di pane      

♥♥♥   Seguici e consigliaci sulla pagina Facebook profumodibasilico