BRACIOLE DI MAIALE PROFUMATE AL VINO ROSSO

Braciole di maiale al vino rosso

Le braciole di maiale sono probabilmente la carne più mangiata dall’uomo in tutta la sua storia. Il che non deve stupire visto che, secondo le statistiche delle Nazioni Unite (FAO), quella suina è tutt’oggi la carne più consumata al mondo.
Il termine braciole non è specifico di alcun animale in particolare: indica genericamente una fetta di carne da cuocere sulle braci.
Può quindi essere tratta da qualsiasi taglio: collo, spalla, prosciutto, pancetta eccetera. Tuttavia, per tradizione le “vere e proprie” braciole di maiale sono tratte dalla lombata. Che è una carne “bianca” e relativamente magra, seppure un po’ meno di quella di pollo, tacchino e coniglio.

La ricetta che proponiamo è di antica tradizione dell’Emilia-Romagna, dove è chiamata “braciola ubriaca”. Un nome che è condiviso con una ricetta toscana, quasi uguale nella lavorazione, ma con aromi diversi.
È evidente che in questa ricetta un ruolo importante è svolto dal vino, e quindi il risultato sarà tanto migliore quanto più il vino sarà di buona qualità, corposo e ricco di aromi. Senza però esagerare! Non serve un vino molto costoso, perché sì, parte dei suoi aromi restano nella carne, ma la grande maggioranza si perde con la cottura.

Queste braciole di maiale si accompagnano bene con patate cucinate in ogni modo, con rape, piselli stufati e anche con le mele, come quelle che vedete nella foto. Le abbiamo preparate in 10 minuti scarsi. Le abbiamo bucciate, lavate, asciugate e affettate, quindi messe a cuocere in una padella con una noce di burro e un cucchiaio di olio. Otto minuti di cottura (ma dipende dalle mele) con il coperchio a fuoco moderatamente vivace e il gioco è fatto. Si prendono e via, direttamente nel piatto con un pizzico minimo di sale e condite con la salsina delle braciole.


DOSI PER 4 PERSONE

.

Ricetta delle braciole di maiale al vino rosso:
gli ingredienti

  • 4 braciole di maiale
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 4 bacche di ginepro
  • 1 fogliolina di alloro
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • ½ dado
  • pepe
  • olio extravergine di oliva

La preparazione

  1. Assottigliate le braciole con il batticarne ed eliminate eventuali pezzi di grasso, quindi conditele con un po’ di pepe macinato al momento
  2. Versate 2 cucchiai di olio in una padella e fate soffriggere l’aglio tritato con il prezzemolo a fuoco minimo per 4 minuti. Quindi adagiateci le braciole , alzate il fuoco e fatele rosolare 2 minuti per lato
  3. Aggiungete la foglia di alloro e le bacche di ginepro dopo averle schiacciate. Bagnate le braciole con il vino (circa 120 ml) e con una tazzina da caffè di acqua bollente nella quale avrete sciolto il ½ dado
  4. Coprite la padella e lasciate cuocere a fuoco dolce per 15-20 minuti, fin che il vino si sia ridotto ad una salsina, da usare per condire in abbondanza le vostre braciole di maiale “ubriache”  

Vedi anche

Seguici e consigliaci sulle nostre pagine Facebook (profumodibasilico) e Instagram (@profumodibasilico.it)