PEPERONATA RUSTICA, Il COLORE IN TAVOLA TUTTO L’ANNO

La peperonata rustica

La peperonata rustica è un classico della cucina italiana, povera o ricca che sia, ugualmente diffusa nel nord come nel sud. Questa che proponiamo è la ricetta tipica sia dell’ Emilia Romagna che della Puglia, seppure con qualche differenza soprattutto negli aromi. La versione tradizionale emiliana prevede molto più pomodoro (circa il doppio) di quello della nostra ricetta. Nella versione pugliese c’è invece il prezzemolo al posto del basilico e il peperoncino al posto del pepe..

Il peperone è uno degli ortaggi arrivato dall’America nella seconda metà del ‘500. Chiamato dapprima “pepe d’India”, in Italia assunse presto il nome di “peperone” per l’evidente divario di volume rispetto al pepe.
Curiosamente, però, al contrario dei peperoncini (divenuti rapidamente star internazionali) i peperoni non hanno avuto una rapida diffusione nella cucina italiana.
Praticamente i primi usi relativamente diffusi risalgono alla fine del ‘700.  A Napoli furono anche usati per condire la pasta verso l’inizio dell’800, prima che cominciassero a diffondersi le salse di pomodoro. Ma per vedere in tavola una vera peperonata bisognerà aspettare addirittura l’inizio del ‘900.
Pellegrino Artusi, tanto per dire, nel suo celebre ricettario del 1891, non riporta nemmeno una ricetta a base di peperoni. L’unica eccezione è una salsa (peperoni+sugo di pomodoro) che consiglia di usare per insaporire il lesso di carne.

Oggi invece le ricette sono infinite. La peperonata rustica è una delle tante (e non delle più diffuse) ma è comunque un ottimo contorno ai piatti di carne. Inoltre può anche essere un ottimo condimento della pasta. Basta aumentare la percentuale di pomodoro e allungare di 15-20 minuti la cottura, fino a far addensare e amalgamare il tutto a mò di sugo.


DOSI PER 4 PERSONE

La ricetta della peperonata rustica:
gli ingredienti

  • 5 grossi peperoni  dolci
  • 12 pomodorini
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • Capperi in salamoia
  • Basilico
  • Pepe
  • Olio extravergine di oliva

La preparazione

  1. Lavate e pulite i peperoni, eliminando anche i semi interni e i filamenti bianchi. Tagliateli a pezzi irregolari non molto piccoli.
  2. Riscaldate 4 cucchiai di olio in una ampia padella e lasciateci lentamente appassire l’aglio tritato e la cipolla affettata fine. Tenete il fuoco dolcissimo e lasciate andare per il tempo necessario, senza fretta, facendo solo attenzione a non far bruciacchiare gli aromi
  3. Versate i peperoni nella padella e fate cuocere a fuoco moderatamente vivace per 4-5 minuti, mescolando frequentemente
  4. Bagnate con una tazzina da caffè colma di vino bianco e lasciate sfumare brevemente. Quindi aggiungete i pomodorini tagliati a metà e un cucchiaio di capperi in salamoia ben sciacquati. Incoperchiate e lasciate andare su fuoco dolce per circa 15 minuti, rimestando di tanto in tanto
  5. Regolate di sale e completate con una decina di foglie di basilico sminuzzate e una passata di pepe macinato al momento. Lasciate sul fuoco ancora 7-8 minuti, senza coperchio e regolando la fiamma per asciugare al giusto il fondo di cottura. Fate riposare la vostra padella rustica di peperoni per 15 minuti con il coperchio, prima di servirla tiepida

Vedi anche

Seguici e consigliaci sulle nostre pagine Facebook (profumodibasilico) e Instagram (@profumodibasilico.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.