CONTORNO DI SPINACI CON UVETTA E PINOLI

Contorno di spinaci con uvetta e pinoli

Gli spinaci con uvetta e pinoli sono un contorno sempre gradito. Ma anche scenografico quel tanto che basta per dare l’impressione di portare in tavola qualcosa di nuovo e di ricercato. Inoltre è un condimento che piace ai bambini, e quindi utile per superare l’annoso problema delle verdure da far mangiare nei primi anni.

Sono almeno tre le ricette tradizionali a base di spinaci con uvetta e pinoli, tipiche di Liguria, Lazio e Lombardia.
Quella che proponiamo è la versione lombarda, per il banale motivo che è la più semplice. Tuttavia le altre sono molto simili. Nel caso del Lazio la differenza è nell’uso di olio al posto del burro, con l’aggiunta di un soffritto minimo di aglio. La ricetta della Liguria è invece uguale a questa lombarda, però con l’aggiunta di un profumo (letteralmente un profumo) di acciuga.


Spinaci con uvetta e pinoli, la preparazione

Gli spinaci sono un ortaggio consigliatissimo per la ricchezza di sostanze nutrienti, che però elargiscono in quantità massima da crudi. Lessandoli si perde fino al 50% degli elementi utili all’organismo. Quindi meno vengono lessati, meglio è.
Tuttavia, a far cuocere il minimo indispensabile gli spinaci valgono anche ragioni gastronomiche. Per apprezzare appieno la bontà degli spinaci è infatti preferibile mangiarli ancora consistenti al dente. Esattamente il contrario degli spinaci spappolati che piacevano alle nostre nonne e che troppo spesso vengono ancora serviti in trattorie e ristoranti.

Inoltre, per quanto riguarda in modo specifico questi spinaci con uvetta e pinoli, ricordate di servirli ben caldi. Vanno bene anche tiepidi, ma comunque ad una temperatura che consenta di mantenere il burro caldo e fluido.
La ricetta non prevede formaggi, ma sono in molti a cui piace aggiungere un cucchiaio di parmigiano grattugiato. Se anche voi lo gradite, non aggiungetelo alla fine, come si fa con la pasta. Fatelo invece sciogliere direttamente in padella, nell’ultimo minuto di cottura.

Abbinamenti – Gli spinaci con uvetta e pinoli si sposano magnificamente con le uova all’occhio di bue fritte nel burro. Ma si prestano benissimo anche per arricchire bolliti e ricette semplici di carni bianche o di pesci in umido. Tra le carni bianche l’abbinamento migliore è con il maiale, anche per alleggerire piatti dal gusto grasso, come nel caso di salsicce e braciole.
Sono buonissimi anche per un pranzo o una cena leggera, in compagnia di altre verdure e delle patate lesse in modo particolare.


DOSI PER 4 PERSONE

.

Spinaci con uvetta e pinoli: gli ingredienti

  • 900 g di spinaci
  • 60 g di burro
  • 50 g di uvetta
  • 30 g di pinoli
  • Noce moscata

La preparazione

  1. Mettete l’uvetta in un bicchiere di acqua tiepida e lasciatela rinvenire per almeno mezz’ora
  2. Lavate gli spinaci in abbondante acqua fredda, fino ad esser certi di aver eliminato ogni traccia di terriccio. Quindi prelevateli un pugno per volta e gettateli grondanti in una pentola insieme ad una presa di sale. Non aggiungete altra acqua oltre a quella che trattengono le foglie. Accendete e lasciateli su fuoco moderatamente vivace per 5 minuti, rigirandoli con un forchettone più volte
  3. Fate sciogliere il burro in una larga padella a fuoco dolcissimo, aggiungete i pinoli e lasciateli insaporire per un minuto. Quando il burro accenna a friggere versate gli spinaci e mescolate bene
  4. Aggiungete l’uvetta scolata e leggermente strizzata, profumate con un pizzico di noce moscata, regolate di sale e fate insaporire altri 5 minuti mescolando più volte. Servite caldi i vostri spinaci con uvetta e pinoli, tutt’al più tiepidi, ma comunque non a temperatura ambiente o freddi

Vedi anche

Seguici e consigliaci sulle nostre pagine Facebook (profumodibasilico) e Instagram (@profumodibasilico.it)