CIPOLLINE IN AGRODOLCE, CONTORNO IDEALE PER OGNI PIATTO DI CARNE

Cipolline in agrodolce

Le cipolline in agrodolce sono una specialità diffusa in numerose regioni d’Italia. Probabilmente come traccia visibile del percorso che devono aver compiuto partendo dalla Sicilia per risalire l’intera penisola.
Questo tipo di condimento agrodolce è infatti un lascito dell’occupazione araba dell’isola (dove è tuttora frequente in varie ricette) e da dove si è poi diffuso nelle cucine nobiliari di Napoli, per poi passare a Roma, Firenze e oltre, nell’intero nord. Cosi ricette di cipolline in agrodolce, con specifiche tipicità locali, si ritrovano in Calabria, in Campania, nel Lazio, nel Marche, nel Veneto e altrove. Quasi sempre con ricette molto simili a quella che vi proponiamo e che è considerata tradizionale del Piemonte e della Lombardia. Dove viene utilizzata sia come antipasto, sia come sfizioso contorno di carni lessate, arrostite o brasate.

Si tratta di una ricetta davvero facile da realizzare e gradita da tutti, ma in modo specialissimo dai bambini.
L’unica accortezza è di utilizzare le cipolle giuste. Cosa teoricamente non facile, perché non esistono negozi che vendono solo diverse varietà di cipolla. Sicché se date retta ad uno chef piemontese vi dirà che le cipolline in agrodolce si fanno solo con le cipolline di Ivrea o al massimo con le borettane dell’Emilia, mentre per un lombardo è scontato che si debbano usare solo le cipolline di Brunate (Como).

La regola – date retta a noi – è che vanno bene tutte le varietà di cipolle di piccola taglia. Ma sono ottime anche le comuni cipolle raccolte giovani: in questo caso più piccole sono, tanto meglio è.
In fondo anche le cipolle siciliane di Giarratana o quelle sarde di Banari (che normalmente sono grandi come un melone) da piccole erano cipolline.😜 E da grandi sono felicissime di tornare ad esserlo! Tagliate a fette una gigantesca cipolla dorata di Banari (o di Giarratana), cucinatela come queste cipolline in agrodolce e farete felici le cipolle e i vostri commensali!

DOSI per 4 persone


INGREDIENTI

  • 500 g di cipolline sbucciate
  • 40 g di burro
  • 2 cucchiai di olio extravergine
  • 5 cucchiai (circa 80 ml) di vino bianco secco
  • 2 cucchiai di aceto di vino preferibilmente bianco
  • 1 cucchiaio colmo (circa 25 g) di zucchero

ESECUZIONE

  1. Mettete burro, olio e zucchero nel tegame a fuoco basso e rimestate finché lo zucchero inizia a imbiondire
  2. Aggiungete le cipolline, il vino, l’aceto e mescolate bene. Fate quindi cuocere con il coperchio a fuoco lento, finché le cipolline sono diventate traslucide e brune. Dovrebbero impiegare circa 40 minuti. A metà cottura aggiungete un pizzico di sale
  3. Girate ogni tanto con un cucchiaio di legno per non farle attaccare. Se necessario aggiungete due o tre cucchiai di acqua bollente. Le cipolline in agrodolce si servono preferibilmente tiepide, ma non fredde

.

.

.

.

Vedi anche

●●●   Pasta con cipolline in agrodolce, olive e rosmarino
●●●   Fagiolini in salsa agrodolce      

♥♥♥  Segui il nostro blog sulla pagina Facebook profumodibasilico 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.