OTTIMO IL RISOTTO CON I FUNGHI AL POMODORO

Risotto con i funghi al pomodoro

Risotti con pomodoro sono piuttosto frequenti, diremmo quasi “normali” in tutta Italia, e in modo particolare nelle regioni del Centro. Il risotto con i funghi al pomodoro è invece non proprio una rarità, ma quasi. Di ricette tradizionali se ne contano pochissime: si direbbe che l’abbinata riso e funghi pretenda quasi solo condimenti in bianco.

Diamo quindi con piacere il benvenuto a questa ricetta tipica delle pianure piemontesi, che oltretutto abbina i funghi non solo al pomodoro, ma anche a formaggi stagionati di montagna. Una ricetta ottima, che poi – se fatta con i funghi giusti e i formaggi giusti – diventa realmente squisita.

Quali sono i funghi giusti? Saggiamente le ricette tradizionali non lo precisano: parlano solo di funghi. Quindi c’è di che sbizzarrirsi, secondo i propri gusti.
Noi troviamo che siano eccellenti i funghi misti surgelati, che in genere contengono anche una quota di porcini. Sempre che – ovviamente – non abbiate la disponibilità di funghi freschi e misti.
Vanno bene anche i funghi freschi del supermercato, ma tenete conto che sono coltivati. E c’è poco da dire: gli champignons, i pioppini, i pleurotus coltivati non hanno lo stesso sapore dei medesimi funghi freschi. In tal caso aggiungete qualche pezzetto di porcini secchi, oppure ripiegate sui funghi surgelati. Che poi tanto ripiego non è!

Un discorso a parte, e anche lungo, andrebbe fatto per i formaggi, che secondo tradizione dovrebbero essere “d’alpe”. Solo che in Piemonte i formaggi d’alpe sono una infinità: uno più buono dell’altro, ma anche uno più introvabile dell’altro fuori dalla regione e spesso anche dalla zona di produzione. Quindi l’indicazione è di utilizzare i formaggi d’alpeggio che potete trovare, come, per esempio, fontina valdostana, Gruyère svizzera (quella senza i famosi buchi dell’Emmentaler), tomini stagionati, Asiago, Montasio e simili. Tutti formaggi vaccini o al più con piccole quote di latte ovino o caprino. Se però abitate in paesini del centro-sud dove questo genere di formaggi non si trovano, puntate tranquilli su pecorini stagionati e aromatici, ma non piccanti.

DOSI per 4 persone


INGREDIENTI

  • 320 g di riso per risotti
  • 300 g di funghi freschi
  • 1 cipolla
  • 40 g di burro
  • 1 litro pronto di brodo di carne
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 150 g di salsa di pomodoro
  • 70 g di formaggio
  • Pepe
  • Olio extravergine di oliva

ESECUZIONE

  1. Mondate e pulite bene i funghi, quindi tritateli grossolanamente. Incorporate la salsa di pomodoro nel brodo e portatelo a bollore
  2. Tritate la cipolla e mettetela a soffriggere dolcemente in una casseruola con 30 g di burro. Lasciatela andare a fuoco lentissimo e coperto per 10 minuti, mescolando più volte. Quindi unite i funghi,, alzate di poco il fuoco (lento) e fateli cuocere con il coperchio per altri 10 minuti. Se si forma molta acqua togliete il coperchio e lasciatela evaporare mescolando su fuoco leggermente più alto (moderato)
  3. Calate il riso e mescolatelo per qualche minuto nel soffritto con i funghi facendogli assorbire l’umidità residua. Quindi irrorate con il vino e lasciate sfumare, sempre mescolando su fuoco dolce. Infine versate un mestolo di brodo, mescolate e fatelo assorbire, procedendo in questo modo (aggiungendo un mestolo di brodo man mano che quello precedente si asciuga) finché il riso non è cotto a puntino
  4. Appena spento il fuoco assaggiate e regolate di sale. Profumate con una passata di pepe macinato al momento e completate aggiungendo il formaggio grattugiato e il burro rimasto. Mantecate benissimo, coprite e lasciate riposare per 3 minuti prima di portare in tavola il vostro risotto coi i funghi al pomodoro

.
.
.
.

Vedi anche

●●●   Risotto ai funghi porcini
●●●   Risotto con funghi e piselli, erede moderno delle tradizioni venete

♥♥♥   Seguici e consigliaci sulla pagina Facebook profumodibasilico