POMODORI GRATINATI AL FORNO, IDEALI PER ANTIPASTI E CONTORNI

Pomodori gratinati al forno

I pomodori gratinati sono un piatto piuttosto diffuso in Italia. Perché sono buonissimi e molto semplici da preparare, ma anche perché sono ottimi mangiati pure tiepidi o a temperatura ambiente. Il che vuol dire che possono essere preparati con qualche ora di anticipo. Un dettaglio che li rende una risorsa preziosa per antipasti e piatti freddi di ristoranti e tavole calde. Fateci caso: non c’è ristorante che offra gli antipasti al buffet senza che vi siano pomodori gratinati o farciti simili a questi.


Origine

La ricetta non è antica quanto molti pensano. Fino alla fine dell’800 i pomodori erano piuttosto rari sulle tavole italiane. Così cucinati sono diventati un piatto comune solo negli anni ’30 del secolo scorso, soprattutto nel Meridione.
Si tratta di un tipico piatto interregionale. Più o meno come consigliati nella nostra ricetta sono considerati tradizionali di Campania, Puglia, Calabria e Sicilia. A parte l’uso del prosciutto cotto (una introduzione recente) le differenze sono minime e relative solo alla presenza o meno di diversi aromi.


Particolarità

Semplici e veloci da cucinare, sono graditi da tutti e si prestano bene per cene dell’ultimo momento. Sono ideali come antipasto, ma anche per pranzi freddi (in compagnia di affettati, formaggi e bruschette) e per accompagnare carni bianche e pesci al forno o grigliati.
Si fanno in genere con pomodori grandi e tondi, ma questo soprattutto per praticità e velocità di lavorazione. In realtà sono ottimi con ogni tipo di pomodoro. Se avete un poco più di tempo a disposizione levatevi lo sfizio di fare gratinati i pomodorini ciliegini. Una vera delizia, oltretutto molto scenografica per cene un po’ più impegnative.

Dal punto di vista nutrizionale è noto che il pomodoro “fa bene”. Ovvero apporta numerosi benefici per la salute, e in particolare per il sistema circolatorio, per quello immunitario, per la vista e per il controllo del colesterolo. Pochi però sanno che sì, la cosa è vera per i pomodori crudi… ma lo è in modo molto maggiore per quelli moderatamente cotti. Come è appunto il caso dei nostri pomodori gratinati.


Dosi per 4 persone

 

INGREDIENTI

  • 6 pomodori grandi e tondi
  • Pane raffermo (oppure pancarrè) equivalente a 6 cucchiai di mollica sbriciolata
  • 60 g di prosciutto cotto
  • 2 cucchiai colmi (30 gr) di formaggio grana grattugiato
  • 2 spicchi di aglio
  • Origano
  • Prezzemolo
  • Pepe
  • Latte
  • Olio extravergine di oliva

ESECUZIONE

  1. Lavate i pomodori, tagliateli a metà, salateli e lasciateli 10 minuti capovolti a perdere un po’ della loro acqua
  2. Inzuppate il pane raffermo nel latte dopo aver eliminato la parte dura della crosta: dopo 15 minuti strizzatelo e sbriciolatelo con le mani. Se usate pancarré, togliete il bordo duro e, se non è raffermo, fatelo dorare 5 minuti in forno a 100° prima di inzupparlo nel latte e poi strizzarlo. Nel caso di pangrattato inumiditelo appena con un paio di cucchiai di latte
  3. Tagliuzzate fino il prosciutto, mischiatelo con 1 cucchiaio di grana grattugiato e distribuitelo sui mezzi pomodori
  4. Tritate finissimo l’aglio e un cucchiaio di prezzemolo, aggiungete una buona presa di origano secco, un po’ di pepe macinato al momento e in una ciotola mischiate il tutto con la mollica di pane e il restante formaggio grana. Amalgamate bene con 2 cucchiai di olio. Regolate di sale tenendo presente che i pomodori sono già in parte salati
  5. Distribuite il composto sui mezzi pomodori e fate cuocere per 20 minuti nel forno già caldo a 160-180°. I pomodori gratinati sono ottimi anche a temperatura ambiente, ma si apprezzano meglio tiepidi, quasi caldi
    .

Consigli utili per i pomodori gratinati al forno

Per la buona riuscita di questo piatto è fondamentale che la farcitura sia fatta nel modo migliore. Ovvero utilizzando non il pangrattato polverizzato che vendono i supermercati, bensì vera mollica di pane raffermo, oppure pancarrè sbriciolato. Quest’ultimo è il preferito dagli chef di rango!
È ovviamente possibile utilizzare anche il comune pangrattato, ma vale la pena di fare uno sforzo perché i semplici sapori della farcitura sono tutto quello che rende il piatto molto buono, oppure no.
Al riguardo date un’occhiata ai nostri consigli per fare un ottimo pangrattato in casa.


Vedi anche

●●●   Pomodori ripieni con uova e ricotta
●●●   Pomodori ripieni alla calabrese

♥♥♥ Seguici e consigliaci sulle nostre pagine Facebook (profumodibasilico) e Instagram (@profumodibasilico.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.