10 RICETTE DI CAROTE DELLA TRADIZIONE ITALIANA

Le ricette di carote della tradizione italiana

Le carote sono uno degli ingredienti più utilizzati nei ricettari italiani. Ma quasi sempre con funzione aromatica. In particolare come ingrediente fondamentale del celebre “soffritto all’italiana”, ma anche per aromatizzare bolliti e stufati di carne, nonché moltissimi piatti di verdure in umido. Le vere e proprie ricette di carote, cioè dedicate esclusivamente alle carote come ingrediente, non sono moltissime. E soprattutto sono in diminuzione, poiché fino alla metà del secolo scorso le carote e le altri simili radici (pastinaca, rafano, barbabietole, rape, sedano rapa eccetera) avevano ancora un ruolo importante nella dieta degli italiani.

Va anche detto che le ricette di carote cotte non hanno una buona fama. Si tende a pensarle un alimento da convalescenza, da malati. E quindi vengono (proverbialmente) considerate insipide pappine da ospedali.
Bene! Le ricette che vi proponiamo vi faranno immediatamente cambiare idea. Certo a volte sono rosolate con burro e formaggi sostanziosi. Si tratta cioè di ricette di carote pensate per far godere i sensi, non per far dimagrire. Ma cucinate di tanto in tanto, anche la più calorica di queste ricette può essere inserita in una dieta sana, varia ed equilibrata.

Non ci soffermiamo a descrivere in dettaglio il valore nutrizionale delle carote, con il loro ridottissimo apporto calorico e il ricco contributo di vitamine e sali minerali.
Su questo punto rileviamo soltanto – cosa poco nota – che le carote sono più salutari mangiate cotte che crude. Queste ultime fanno benissimo, intendiamoci. Recenti studi hanno tuttavia dimostrato che il beta-carotene (protovitamina A) contenuto nelle carote è maggiormente disponibile per l’organismo umano dopo una breve cottura. Infatti le cellule vegetali (a differenza di quelle della carne) sono protette da una membrana di cellulosa che deve essere rotta per poterne assorbire le sostanze contenute. E la cottura, gonfiando l’acqua contenuta, tende proprio a rompere le membrabe cellulari.

Stiamo ovviamente semplificando al massimo e comunque ci sono differenze tra vegetale e vegetale. Ma la cosa è un dato di fatto. E lo è in modo particolare proprio per le carote, la cui disponibilità di beta-carotene è superiore da cotte che da crude.


LE MIGLIORI RICETTE DI CAROTE DELLA TRADIZIONE ITALIANA

Carote al brandy

CAROTE AL BRANDY (ricetta tradizionale Lombardia)

Tipica ricetta in grado di convincere chiunque che anche le cose meno attraenti (tipo pappine da ospedale, come spesso sono considerate le carote cotte) sono tali solo se cucinate male.
Le carote sono rosolate nel burro e aromatizzate con zucchero e brandy. Squisite!!
[Clicca sul titolo per andare alla ricetta dettagliata]


CAROTE ALLA SCAPECE (ricetta tradizionale Basilicata)

INGREDIENTI

  • 500 g di carote
  • 100 ml di aceto di vino bianco
  • 2 spicchi di aglio (anche 3, se li gradite)
  • Peperoncino secco piccante
  • Origano
  • Olio extravergine di olive

PREPARAZIONE

  1. Mondate, raschiate e lavate le carote. Quindi affettatele piuttosto sottili e gettatele in acqua bollente salata. Lasciatele sobbollire 8 minuti (devono essere tenere, ma ancora consistenti), scolatele e fatele asciugare tra due canovacci
  2. Affettate sottilmente gli spicchi di aglio e fateli rosolare molto dolcemente in una padella con 4 cucchiai di olio. Appena l’aglio inizia a prendere colore aggiungete le carote e lasciatele insaporire per qualche minuto, mescolando più volte
  3. Unite il peperoncino (senza semini interni se lo preferite non molto piccante) e profumate con una generosa presa di origano. Se necessario regolate di sale, mescolate e lasciate ancora due minuti sul fuoco
  4. Irrorate le carote con l’aceto e fate cuocere su fuoco moderatamente vivo, mescolando più volte, fin quando l’aceto è del tutto assorbito. Questa sfiziosissima pietanza, come tutte le simili ricette di carote o di altre verdure alla scapece, va servita tiepida o a temperatura ambiente.

CAROTE AL MARSALA (ricetta tradizionale Sicilia)

INGREDIENTI

  • 500 g di carote
  • 2 bicchieri da vino colmi (300 ml) di Marsala secco (non all’uovo)
  • 50 g di burro

PREPARAZIONE

  1. Raschiate, mondate e lavate le carote, quindi affettatele sottili e salatele abbondantemente. Lasciatele riposare circa 30 minuti in uno scolapasta, poi lavatele e asciugatele tra due canovacci
  2. Riscaldate il burro in un tegame e fatelo imbiondire fino a renderlo una sorta di spuma, facendo però attenzione a non bruciarlo. Versate le carote e lasciatele dorare a fuoco vivo per 3-4 minuti, mescolando più volte
  3. Irrorate le carote con il Marsala, coprite il tegame e lasciate andare a fuoco lento per 15-20 minuti, fin quando le carote saranno giustamente tenere. Al termine il fondo di cottura deve essere umido, ma non bagnato. Se necessario fate asciugare per un paio di minuti a fuoco vivo e scoperto. Le carote al Marsala vanno servite calde

Carote arrostite nel forno IMGP0486

CAROTE ARROSTITE AL MIELE (ricetta interregionale)

Tra le ricette di carote questa è una delle più ricche di superlativi assoluti. È facilissima, velocissima, profumatissima e gustosissima.
Si tratta di una ricetta un tempo comune in tutta Italia, con le carote cotte nella brace. Oggi, senza più la brace, è un po’ passata di moda. Ma provatela con questa ricetta, cotta nel forno con il miele e ricca di aromi, e vedrete che tornerà ad essere una tradizione di famiglia.
[Clicca sul titolo per andare alla ricetta dettagliata]


CAROTE PICCANTI AL POMODORO (ricetta tradizionale Piemonte)

INGREDIENTI

  • 500 g di carote
  • 100 g di passata di pomodoro
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 peperoncino piccante
  • Prezzemolo
  • Olio extravergine di oliva

INGREDIENTI

  1. Raschiate, mondate e lavate le carote, quindi tagliatele a rondelle e tuffatele in acqua bollente lasciandole poi sobbollire per 7 minuti. In alternativa cuocetele a vapore per 10 minuti. Scolatele e fatele asciugare tra due canovacci
  2. Spelate gli spicchi di aglio, schiacciateli con il palmo della mano e fateli rosolare in una padella con 4 cucchiai di olio su fuoco dolcissimo. Aggiungete anche il peperoncino, eliminando i semini interni nel caso desideriate una pietanza non troppo piccante
  3. Quando l’aglio inizia a pendere colore calate nella padella le carote e lasciatele abbrustolire per qualche minuto su fuoco moderatamente vivo
  4. Aggiungete la passata di pomodoro, mescolate e lasciate andare per i 5-10 minuti necessari a far evaporare l’acqua di vegetazione. Tenete la padella semicoperta su fuoco moderato, mescolando più volte. Al termine regolate di sale e servite

CAROTE FRITTE DORATE (ricetta tradizionale Marche)

INGREDIENTI

  • 600 g di carote
  • 2 uova
  • Farina
  • Olio di oliva (non extravergine) o di semi di arachidi per friggere

PREPARAZIONE

  1. Raschiate, mondate e lavate le carote, quindi tagliatele a bastoncini. Salatele abbondantemente e lasciatele riposare circa 30 minuti in uno scolapasta. Infine sciacquatele a lungo per eliminare tutto il sale e (importante!) asciugatele tra due canovacci
  2. Passate le carote prima nella farina, rivestendole in ogni parte. Quando avete le avete infarinate tutte passatele nell’uovo sbattuto, tuffandole subito dopo nella padella dove già sfrigola abbondante olio. Fate attenzione alla temperatura dell’olio: poiché l’uovo coagula immediatamente anche a temperature basse, è importante che l’olio resti ad una temperatura relativamente contenuta (150 °C), in modo da poter prolungare la cottura per circa 4-5 minuti
  3. Scolate le carote mettendole su carta assorbente da cucina, salatele leggermente e servite subito ben calde

Carote gratinate al forno delle Prealpi piemontesi

CAROTE GRATINATE AL FORNO (ricetta tradizionale Piemonte)

Altro esempio di come le ricette di carote siano in grado di ammaliare il goloso più goloso che c’è. In questo caso il piatto è reso speciale dall’abbondanza di burro e parmigiano. Che ovviamente stanno lì per far godere il corpo e l’anima, non per far dimagrire. Per quanto anche una ricetta ricca e squisita come questa può benissimo coesistere (ogni tanto!) con una dieta quotidiana varia ed equilibrata.


CAROTE CON AGLIATA DI TOMINO (ricetta tradizionale Piemonte)

INGREDIENTI

  • 300 g di carote
  • 3 spicchi di aglio
  • 150 g di tomino fresco (oppure caprini di pura capra o Taleggio o Robiola)
  • 3 limoni (solo il succo filtrato)
  • Prezzemolo

PREPARAZIONE

  1. In un mortaio pestate l’aglio con un pizzico di sale. Quando è ridotto a poltiglia aggiungete il tomino, un pezzetto per volta, continuando a pestare fino a incorporare benissimo i due ingredienti. Se proprio non avete tempo o modo di fare il pesto, passate l’aglio nel mixer insieme al tomino
  2. Disponete l’agliata in una ciotola e irroratela con il succo di limone, mescolando a lungo, fino a ottenere un composto liscio e denso
  3. Raschiate, mondate, lavate le carote e tagliatele a rondelle fini, senza esagerare: si devono sentire al dente. Quindi tuffatele in acqua bollente salata e lasciatele sobbollire 8 minuti da quando l’acqua riprende il bollore. Scolatele bene e lasciatele asciugare tra due canovacci
  4. Disponete le carote su un piatto da portata e insaporitele con poco sale. Infine mescolatele con l’agliata al tomino e servitele guarnendo con prezzemolo tritato

Torta di carote e frutta secca, la ricetta lucana

TORTA DI CAROTE E MANDORLE (ricetta tradizionale Basilicata)

Semplice e gustosa, la torta di carote è un antico e tipico dolce contadino, relativamente comune a tutta Italia. Questa versione con le mandorle è una delle più apprezzate, per quanto a noi resta il dubbio se sia proprio la più buona, oppure se non siano più buone quelle che sostituiscono le mandorle (unica variazione: la ricetta resta identica!) con le nocciole o i pinoli o le noci o i pistacchi! Dateci la vostra opinione 😋😋


Vedi anche

Seguici e consigliaci sulle nostre pagine Facebook (profumodibasilico) e Instagram (@profumodibasilico.it)